SI POSSONO CURARE LE TONSILLE CON IL LASER ED OTTENERE BUONI RISULTATI SENZA I RISCHI DEL BISTURI?

Il trattamento Laser in anestesia locale della porzione superficiale delle tonsille (laminectomia tonsillare superficiale Laser assistita) consente di eliminare i sintomi nelle tonsilliti croniche non focali e di rimuovere i tonsilloliti o calcoli tonsillari, così spesso responsabili dell’alitosi (alito cattivo).
Per le tonsille l’intervento di laminectomia Laser è indicato come valida alternativa alla chirurgia tradizionale con il bisturi, laddove lo Specialista ne individui l’opportunità.

L’intervento è ambulatoriale, non è necessario alcun ricovero, si esegue in anestesia locale, sotto costante controllo visivo o endoscopico. Il raggio laser riduce progressivamente le dimensioni delle tonsille palatine, vaporizzandone l’involucro piu’ superficiale, ovvero la mucosa che reagisce alle infezioni e che è responsabile della sintomatologia dolorosa alla gola.

QUALE DIFFERENZA ESITE FRA L’USO DEL BISTURI E DEL LASER?

Pur rimanendo il bisturi un efficace strumento di taglio, il Laser permette un’incisione dei tessuti più precisa, senza emorragie, senza dolore ed una cicatrizzazione più rapida e priva di complicazioni.

L’USO DEL LASER COMPORTA DEI RISCHI?

L’utilizzo del Laser non comporta rischi significativi. Gli apparati di ultima generazione sono dotati di una serie di sistemi di sicurezza computerizzati e manuali che, interagendo reciprocamente, consentono di effettuare la chirurgia in sicurezza ed efficacia.

L’INTERVENTO CON IL LASER PROVOCA DOLORE?

Uno dei più grandi vantaggi della chirurgia Laser è la quasi totale scomparsa di percezione dolorosa. La vaporizzazione Laser dei tessuti è meno dannosa per l’organismo e quindi meno dolorosa rispetto ad altre tecniche utilizzate nella chirurgia tradizionale.

IL LASER PUO’ CAUSARE EMORRAGIE DURANTE E DOPO L’INTERVENTO?

Il raggio Laser mentre incide e vaporizza in un sol tempo i tessuti, coagula immediatamente i vasi sanguigni; in tal modo il rischio di fenomeni emorragici viene quasi del tutto eliminato. Infatti negli interventi sul naso (turbinati, setto, polipi, tonsille) si elimina addirittura la necessità di eseguire il doloroso tamponamento.

I RISULTATI DELLA LASER CHIRURGIA SONO DURATURI NEL TEMPO?

Il follow up (controllo dei pazienti a distanza dall’intervento) ci consente di affermare che i risultati della Laser Chirurgia sono piuttosto stabili nel tempo.

LA LASER CHIRURGIA PREVEDE ANESTESIA LOCALE O ANESTESIA GENERALE?

Quasi tutti gli interventi con il Laser sono eseguibili in anestesia locale, con i conseguenti vantaggi: possibilità di gestione dei trattamenti in ambulatorio, senza ricovero, con permanenza nella struttura medica limitata a poche ore, assenza di vomito, decorso post-operatorio agile con possibilità di riprendere rapidamente le proprie occupazioni.

L’ANESTESIA LOCALE COMPORTA DEI RISCHI?

I rischi dell’anestesia in Laser chirurgia sono sovrapponibili a quelli dell’anestesia eseguita dal dentista, con la differenza che in alcuni interventi l’anestesia viene eseguita applicando la medicazione anestetica a contatto dei tessuti senza alcuna iniezione.

L’ANESTESIA LOCALE PRIMA DELLA LASER CHIRURGIA E’ DOLOROSA?

La somministrazione della soluzione anestetica è pressoché priva di dolore.

QUALI SENSAZIONI SI HANNO DOPO UN INTERVENTO CON IL LASER?

Nella maggior parte dei casi il decorso postoperatorio è eccellente; eccezionalmente il paziente può accusare qualche lieve fastidio (dolorabilità, gonfiore o arrossamento), comunque della durata di poche ore.

PER ESSER SOTTOPOSTI AD INTERVENTI CON IL LASER E’ NECESSARIO IL RICOVERO?

La quasi totalità degli interventi di Laser Chirurgia può essere eseguita ambulatorialmente, in strutture comunque dotate di ogni sicurezza, senza ricovero.

DOPO LA LASER CHIRUGIA E’ NECESSARIO PERDERE GIORNI DI LAVORO E/O OSSERVARE RIPOSO FORZATO?

In genere il paziente può riprendere le proprie occupazioni anche immediatamente; sono tuttavia raccomandabili uno o due giorni di moderata attività fisica.