Sentire meno odori e sapori: sintomo di polipi nasali

Home/Le malattie del naso/Sentire meno odori e sapori: sintomo di polipi nasali

COME FUNZIONA L’OLFATTO E COME SI RIDUCE L’OLFATTO IN PRESENZA DI POLIPI NASALI?

Il nostro organismo possiede una discreta acutezza ma una mediocre finezza dell’olfatto.
Perché gli odori vengano percepiti e differenziati, è necessario che le vie nervose olfattorie non siano danneggiate, e che nella regione olfattoria nasale giunga un adeguato volume di aria con adeguata concentrazione di sostanze chimiche di natura odorosa.
La poliposi nasale è la più comune causa di iposmia (riduzione dell’olfatto) ed anosmia (scomparsa dell’olfatto), generate per via meccanica e tossica nell’ambito di una sinusite cronica con grave ostruzione nasale ed infezioni resistenti agli antibiotici.

Il nervo olfattivo funziona solo se le terminazioni della mucosa nasale sono libere e non schiacciate dai polipi nasali.

Il nervo olfattivo funziona solo se le terminazioni della mucosa nasale sono libere e non schiacciate dai polipi nasali.

COSA E’ L’ANOSMIA DA POLIPI NASALI?

La anosmia (assenza di olfatto) da polipi nasali è causata da:

  • Una notevole riduzione del volume di aria nelle vie respiratorie nasali
  • Alterazione delle qualità delle sostanze odorose presenti nell’aria, rese inadatte a reagire con la mucosa nasale e con le fibre del nervo olfattivo
  • Infezione del muco e presenza di tossine batteriche che rallentano o annullano la funzione del nervo olfattivo
  • Danneggiamento e schiacciamento dei filamenti del nervo olfattivo da parte dei polipi nasali
I polipi nasali riducono la quantità di aria respirata e causano infezione delle mucose nasali, con riduzione dell'olfatto.

I polipi nasali riducono la quantità di aria respirata e causano infezione delle mucose nasali, con riduzione dell’olfatto.

COME SI FA LA DIAGNOSI DI ANOSMIA DA POLIPI NASALI?

La visita specialistica otorinolaringoiatrica con video fibroscopia del naso e dei seni paranasali permette di stabilire con precisione il legame fra la gravità della poliposi nasale e la gravità della perdita di olfatto.
Nei casi di riduzione dell’olfatto è indicato il BSIT (Brief Smell Identification Test), sofisticata indagine di misurazione della capacità olfattiva.

La diagnosi di anosmia da polipi nasali con olfattometria.

La diagnosi di anosmia da polipi nasali con olfattometria digitale.

E’ POSSIBILE RECUPERARE L’OLFATTO CON L’INTERVENTO LASER AI POLIPI NASALI?

L’assenza dell’olfatto, anche se stabile da molti anni, ed associata alla riduzione del gusto, può essere curata in modo efficace grazie alla nuovo intervento laser di rimozione dei polipi nasali.
L’assenza di invasività e l’assenza del trauma dei tamponi nasali consentono un veloce ripristino della respirazione e di conseguenza una ottimale ripresa della attività elettrica del nervo olfattivo.
La terapia laser dei polipi nasali utilizza raffinata precisione nella rimozione dei soli polipi nasali, risparmiando le ossa dell’etmoide ed effettuando una pulizia anche dei più piccoli filamenti del nervo olfattivo.
Il calore prodotto dal sottile fascio di luce del laser permette poi di eliminare le colonie di batteri responsabili dell’infezione cronica dei seni paranasali, con la naturale scomparsa delle tossine che fino a quel momento impedivano la trasmissione degli odori al cervello.
L’intervento laser ai polipi nasali è ambulatoriale, privo di dolore, senza tamponi e richiede meno di un’ora per tornare a respirare correttamente e tornare a sentire odori e sapori.

L'intervento laser ai polipi nasali è ambulatoriale. Senza dolore e senza tamponi.

L’intervento laser ai polipi nasali è ambulatoriale. Senza dolore e senza tamponi.